Una crescita infinita !!!

economia

Confindustria/ Allarme dei giovani:

“Non resta che la rivolta”

NON E’ CARNEVALE E’ VENERDI’ 7 giugno 2013.

 Ennesimo appello di Confindustria alla politica affinché si passi dalle parole ai fatti. Altrimenti il rischio che corre il Paese “e’ la rivolta“.

Questa volta, a incalzare il governo a rimboccarsi le maniche, e’ il presidente dei Giovani di Confindustria, Jacopo Morelli, che nel suo intervento di apertura al convegno annuale di Santa Margherita Ligure avverte: “Senza prospettive per il futuro l’unica prospettiva diventa la rivolta. Le istituzioni democratiche vengono contestate e possono arrivare alla dissoluzione, quando non riescono a dare risposte concrete ai bisogni economici e sociali”.

E non è l’unico:

Ernesto Gismondi, presidente e fondatore di Artemide, classe 1931, uno dei padri del design italiano, in un’intervista al direttore di Affaritaliani.it, Angelo Maria Perrino, aveva già parlato chiaro: “Meglio sparare che suicidarsi”. 

 

Cosa succede?

La rivolta sarà dei PADRONI?

OPPURE è solo paura di ritovarsi sotto casa la folla incazzata a caccia di loro e dei loro beni ormai da anni nascosti in chissa quali caveau di quale banca o di quale casa in Svizzera o altrove?

E’ solo paura di ritrovarsi le loro fabbriche occupate e autogestite?

O è la fine di un sistema?

Cosa sta succedendo oggi in Grecia?

Ricordate cosa successe in Argentina dopo il crak?

E oggi che succede in tutti i paesi colpiti dalla nuova peste economico-sociale?

E da noi?

Loro i bildenberg si riuniscono. Questo è il loro sito ufficiale:

http://bilderberg2013.co.uk

Lumpen-Zito

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>