Ucraina e TTIP- Guerra & Corporates

Ucraina e TTIP

 

Protesta casa biancaNotizie reuters di oggi: opinionisti e ex-diplomatici USA discutono della crisi ucraina e si lamentano di non aver contrastato a sufficenza la crescita della Russia, che non é piú nel “caos post sovietico”, che lasciava ampi spazi di manovra all’Occidente [sic!]. La Russia inoltre é il fornitore principale del gas europeo, a in questo ruolo possiede un arma economica estremamente convincente, secondo gli pseudo strateghi USA.  Questa trasformazione toglierebbe agli occidentali una leva sostanziale per influire sulle politiche russe. Tra le ricette per fronteggiare Putin, di cui si riconosce con un certo smarrimento la popolaritá nell’opinione pubblica russa,  la rapida approvazione del TTIP, che rafforzerebbe i legami atlantici, potrebbe favorire la fornitura di gas dagli USA. Ovvero – diritti+ GMO + lobbies multinazionali etc, in Europa, + fracking e gasdotti negli  USA. Due giorni fa attivisti USA hanno manifestato davanti alla Casa Bianca contro i gasdotti che stanno avvelenando terre eambiente,ne sono stati arrestati centinaia [Maidan è solo per gli obbedienti nazi, per gli altri manette…]. Ma il movimento anti-TTIP si sta consolidando in Europa e il TTIP sta entrando di forza nei programmi politici per le elezioni europee. Fuck the EU potrebbe essere rimandata al mittente, con l’ausilio degli attivisti USA e trasformarsi in un bel Fuck the system.

Keystone

Washington, Marzo 2014. 400 quattrocento!manifestanti contro il gasdotto Keystone arrestati davanti alla Casa Bianca

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>