STORIA DI UN GUERRIGLIERO

E’ argentino, è comunista, ha contribuito e partecipato ad una vittoriosa rivoluzione nel centro america-caraibico ma non è il “Che” è Enrique Gorriaran Merlo “El pelado”  (1941-2006) dirigente del ERP argentino a cui è stata intitolata una scuola-biblioteca in Managua (Nicaragua) per la sua militanza attiva nella rivoluzione Sandinista.

Molti furono gli episodi nei quali fu attore e protagonista nell’Argentina degli anni 70/80, alcuni conclusi tragicamente, ma vogliamo ricordare la sua figura e la sua vita  di lottatore contro il fascismo e l’imperialismo per quanto occorso in Paraguay nel 1980.

Quando il sanguinario dittatore nicaraguense Somoza Debayle fu costretto alla fuga dal paese centro-americano, Jimmy Carter allora presidente USA lo dichiarò persona non gradita a quel punto l’unica destinazione possibile , dopo un breve periodo trascorso a Panama, fu il Paraguay opzione caldeggiata dall’allora presidente: generale Alfredo Stroesnner, altro nefasto dittatore sudamericano.

Fu allora che “El pelado” dall’Argentina inizio ad organizzare un gruppo guerrigliero capace di intercettare il dittatore in fuga, troppe le atrocità commesse contro il popolo nicaraguense e non solo.

Con l’assenso Sandinista il gruppo partì per Assuncion (capitale Paraguay) senza essere a conoscenza in quale quartiere della città abitasse Somoza.

Dopo un periodo di ricerche infruttuose una militante del gruppo , come lo racconta lo stesso Gorriaran, con una azzardata iniziativa personale risolse il problema:

La donna chiese ad un taxista se potesse accompagnarla presso un parrucchiere che sapeva essere nella via dove soggiornava il dittatore.

Il taxista non sapeva l’indirizzo ma desideroso di soddisfare la richiesta della cliente si fermò ad un posto di polizia paraguagio dove senza problemi  fornirono l’indirizzo tanto ambito.

A quel punto fu affittato un negozio vicino all’abitazione di Somoza per poter studiare spostamenti, movimenti, abitudini e orari dello stesso.

Il 17 settembre 1980 un colpo di bazooka mise fine alla vita del dittatore.

Enrique Gorriaran Merlo tornò in Argentina.enrique gorriaran merlo

Tinku 10/07/2013

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>