Quando l’immagine parla più delle parole.

Il leader di SEL Nichi Vendola: “Saremo un’anguilla”.

vendola l'anguilla di SEL

Stamane guardando la prima pagina di LaRepubblica rimango colpito dalla fotografia di apertura. Questa:

la_repubblica-2014-06-07-5392ade8538be

 

Il leader russo lo riconosco anche se dietro le quinte, quello ucraino in primo piano assomiglia molto a Obama l’americano che ucraino non è.

Non lo sapevo ancora, ma pare ora sia ufficiale.

L’urlo sopra la foto ci chiarisce subito che Obama presidente degli Stati Uniti d’America è ora anche il nuovo Leader Ucraino.

Obama, il leader di tutti i buoni del mondo è ripreso a fuoco, con un profilo classico, intenso sicuro di se. Obama con lo sguardo dell’aquila che rappresenta scruta il mondo a caccia di nuove prede.

usa

Dietro il capo di stato Russo, il cattivo Putin che più di un capo di stato sembra una guardia del corpo a fine carrierà.

E’ sfocato e in secondo piano, occhi bassi, pensieroso, pare alla ricerca della vicina pensione o dei bei tempi passati quando si incontrava nella dacia con il suo vecchio compare Berlusconi.

La foto di Poroshenko il neo presidente ucraino insediato con un colpo di stato manu militari non c’è, nemmeno nelle due pagine interne forse si vergognano anche al giornale di farcelo vedere dopo i massacri ordinati in Ucraina a Odessa, Donersk, Lugansk e sottovalutati.

Mi sembra che la foto  non racconti l’inizio di un disgelo fra le due parti in causa, mi posso sempre sbagliare ma……

LaRepubblica ci regala nelle pagine interne  queste due fantastiche notizie:

LaRepubblica

Continuo a cercare in rete e anche in rete sul sito del giornale succede la stessa cosa.

Ucraina, Putin e Poroshenko si parlano:

“Necessario fermare operazioni militari”

140601867-07b59ae3-8ef8-4770-addd-c4e75cd8d87e

Questo non mi sembra Poroshenko assomiglia molto all’Angela Merkel mi dico e vado avanti.

Continua l’articolo e finalmente scrollando ecco la foto dell’ombra dell’uomo che sarebbe anche lui il premier Ucraino.

ECCOLO FINALMENTE !!!

141701082-6952357d-21a1-4090-b3d1-9ae82ecc41d6

ma con badante.

I Russi che di gelo ne capiscono forse non capiranno questo disgelo.

RIPRENDO ALTRE DUE FOTO LONTANE NEL TEMPO E NEL CONTESTO MA IDENTICHE NELLA FORMA.

UnknownB.SPINELLI

19 aprile 1978                                             primavera 2014

Le ho messe una a fianco dell’altra, ho tolto il colore a quella della Spinelli per avere lo stesso peso, la stessa idea di tempo, il colore credo è dell’oggi. Lascio da parte ogni discorso sui fatti di ieri e di oggi e mi chiedo :

Barbara Spinelli è stata rapita da un gruppo dei garanti di Tsipras dopo la sua dichiarazione?

“Agli amici di Sel dico solo che ci sono ambiguità, nel loro partito, che hanno fatto male alla lista e forse anche a chi, proveniente da Sel, ha anteposto gli interessi generali e superiori della lista a quelli del partito. Penso – ragiona Spinelli – a chi subito dopo il voto ha definito la lista una scelta last-minute, finita il giorno delle elezioni. A chi afferma oggi di non averci mai creduto sino in fondo. Penso a chi sostiene l’opportunità di oscillare tra la lista e il Pd di Renzi, tra la lista e il gruppo socialista di Schulz”.

Un’altra foto no ???

212728802-414472c4-5280-4bac-86d6-6af3daea3365

L’ULTIMA…NON E’ UNA FOTO MA UN VIDEO CHE VEDREMO SPESSO IN QUESTI GIORNI .

Mondiali, il Cristo “azzurro” fa arrabbiare Rio:

chiesti i danni alla Rai

L’arcidiocesi di Rio de Janeiro ha fatto causa alla Rai per aver vestito elettronicamente il Cristo Redentore con la maglia numero 10 della Nazionale italiana. Alla tv pubblica sono stati chiesti tra i 5 e i 7 milioni di euro come risarcimento per lo spot incriminato, giudicato dagli avvocati brasiliani irriverente e illegale

E’ evidente che gli avvocati non pensano che il calcio è una delle religioni più praticate al mondo.

150923525-7fa158ea-9906-4fa6-b244-8a304fa04904

Lumpen Zito

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>