Glifosato: Chi Comanda e Chi Obbedisce

glifosato 2

Chi dice che il Glifosato é innocuo e perché? Finalmente dei nomi!
Il Glifosato, la componente principale dell’erbicida commercializzato come Roundup, é “probablimente” innocuo. Lo dicono la FAO e l’OMS, dopo il meeting tenutosi a Ginevra nei giorni scorsi. Ma chi sta parlando e perché lo fa proprio ora? E perché il comunicato sottoscritto dagli esperti presenti contraddice una comunicazione precedente da parte della stessa OMS, che indicava come probabile la cancerogenicitá del Glifosato?
La soluzione viene dal sito www.corporateeurope.org, in un articolo di qualche ora fa.
A presiedere il meeting di Ginevra di FAO e OMS, il Professor Alan Boobis, tossicologo, ma anche vice-presidente per l’Europa di ILSI, International Life Sciences Institute, una delle piú importanti lobby dell’agroalimentare, finanziata da Monsanto, Basf, Coca-Cola, McDonals, etc. Coadiuvato in questo ruolo dal vice-presidente della riunione, l’italiano Angelo Moretto, anch’egli con un ruolo in ILSI. Le conclusioni
Gli specialisti dell’IARC, International Agency for the Research Against Cancer (un’agenzia della stessa OMS) basandosi sui dati disponibili, avevano affermato che il Glifosato era probablimente cancerogeno. In realtá i dati definitivi per delucidare la questione non sono disponibili: l’industria produttrice, Monsanto, considera le componenti del Roundup, l’erbicida a base di Glifosato, un segreto industriale, impedendo quindi una valutazione empirica accurata.
Ora il Roundup-Glifosato (comprese le sue componenti segrete e non dichiarate) deve essere riapprovato dalla European Food Safety Authority (EFSA) Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare per altri 10 anni nei prossimi giorni, il meeting é fissato per il 18-19 Maggio.
Da qui la scelta dei tempi.
Il Glifosato é l’erbicida piú diffuso e presente nell’ambiente, per merito delle autorizzazioni alla vendita che ne promuovono l’uso incontrollato: nei giardini, nei parchi, nelle case private, tra le vigne, nei campi e lungo i corsi d’acqua. I dati recentemente pubblicati dall’ISPRA mostrano il Glifosato al primao posto nella contaminazione dei corsi d’acqua.
Allora invitiamo i lettori a segnarsi questi nomi: Alan Boobis, Angelo Moretto, e gli altri esperti presenti al meeting di FAO e OMS, di cui é disponibile il sommario e la lista dei presenti.
Perché sono importanti questi nomi? Perché in una precedente revisione sulla tossicitá del Glifosato da parte della EFSA, la maggior parte degli esperti presenti rifiutarono di apparire col loro nome, per via dei possibili conflitti di interesse.
Questa volta ci sono i nomi, e se mai la tossicitá del Glifosato sará provata, ci saranno le basi per una call action a livello planetario. Nel frattempo siamo tutti esposti al rischio!

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>