E’ SOLO CHI SMETTE DI LOTTARE QUELLO CHE PERDE LA MOBILITAZIONE PAGA CONTINUIAMO STOP CETA e il Documentario di Peter Hutchison, Kelly Nyks e Jared P. Scott

stop-ceta-semafoto

Un’altra piccola vittoria per le cittadine e i cittadini europei e canadesi: le mobilitazioni in tutta Europa culminata nell’appello di oltre 450 Ong di bloccare la ratifica del CETA  (il trattato di libero scambio con il Canada considerato “fratello gemello” del TTIP), lo scontro interno al Parlamento Europeo, la crescente pressione sugli europarlamentari perchè prendano una posizione chiara sull’accordo stanno dando i primi risultati.
Durante la riunione di ieri 28 novembre dell’INTA Committee, la Commissione Commercio internazionale hanno deciso di far slittare il voto in Commissione e quello di ratifica in aula a fine gennaio. Le prime date decise (5 dicembre per INTA e 14 dicembre per il voto finale) si sono scontrate con una crescente opposizione dell’opinione pubblica e della società civile. Le conclusioni di ieri prevedono uno slittamento al 23-24 gennaio per il voto in INTA e la possibilità della plenaria dell’1-2 febbraio a Bruxelles per il voto finale.
Questo lascia spazio per aspettare l’arrivo dei pareri delle Commissioni Ambiente (ENVI) e Occupazione (EMPL), ma soprattutto per rilanciare la pressione sugli europarlamentari.
Abbiamo ottenuto quasi due mesi in più per poter far valere le nostre ragioni, aiutaci a diffondere la campagna di mobilitazione sugli eurodeputati: manda email, tweet, telefona, organizza incontri con gli eletti della tua zona.
E ricorda loro che la parola d’ordine è #StopCETA.

Qui sotto il docufilm REQUIEM PER IL SOGNO AMERICANO

http://www.rsi.ch/la2/programmi/cultura/la2-doc/Requiem-per-il-sogno-americano-8212915.html1

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>